Valutazione sicurezza estintori portatili in uso nella formazione

Home   /   Valutazione sicurezza estintori portatili in uso nella formazione

I Vigili del Fuoco hanno reso disponibile una particolare circolare dal titolo “Attività di accertamento dell’idoneità tecnica per i lavoratori incaricati di attuare le misure di prevenzione incendi, lotta antincendio e gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro. Raccomandazioni circa l’impiego degli estintori portatili”, mediante cui sono rese pubbliche alcune indicazioni utili per la valutazione della sicurezza degli estintori portatili ad uso nei corsi e negli esami erogati da un Comando VVF.

Il documento dapprima ripropone l’obbligo per i fornitori di assicurare presidi idonei e certificati, ricordando l’alta frequenza di scariche e ricariche di cui gli stessi possono essere oggetto e quindi la possibilità, per i corsi, di richiedere estintori con minori pressioni di esercizio. Infine riporta le operazioni preliminari che Commissione o incaricati devono adempiere all’arrivo degli strumenti.

Ovvero: controllare la leggibilità dell’etichetta, la vita utile ammissibile, marcatura CE requisiti PED per presidi successivi al 29 maggio 2002, integrità, accoppiamento manichetta cono, manichetta valvola di comando, indicatore di pressione in campo verde, sigillo sulla valvola di azionamento.

“Inoltre, all’atto della richiesta del corso o dell’accertamento finale, il fornitore degli estintori dovrà presentare al Comando una dichiarazione in cui esprime che i presidi messi a disposizione sono conformi al prototipo omologato (art.8 comma 1 lett.c) del DM 7 gennaio 2005) e che sono stati sottoposti a corretta manutenzione (art.4 comma 2 del DM 7 gennaio 2005)”.

Infine è confermato che il personale docente e discente debba sempre essere protetto a seconda della valutazione del rischio svolta.

Tweet 20