Disponibile Banca Dati F-gas per comunicazione interventi

Home   /   Disponibile Banca Dati F-gas per comunicazione interventi

Dallo scorso 25 settembre c’è la possibilità di trasmettere la comunicazione dei dati inerenti gli interventi di installazione, manutenzione e smantellamento delle apparecchiature contenenti gas fluorurati.

Infatti secondo quanto disposto dal dpr n. 146/2018, ha trovato predisposizione la Banca Dati F-gas in ambito di raccolta e conservazione delle informazioni inerenti le attività di controllo delle perdite, come anche le attività di installazione, assistenza, manutenzione, riparazione, smantellamento delle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra.

Quindi l’apertura ufficiale c’è stata il 25 settembre 2019 ed il portale è ora disponibile a tutti.

La conservazione dei registri delle apparecchiature, previsto dal Regolamento 517/2014, è un onere che viene rispettato ricorrendo alla comunicazione alla Banca Dati; ciò facendo, gli operatori, i proprietari o i soggetti che svolgono un controllo effettivo sulle apparecchiature, avranno la possibilità di scaricare, da un’apposita area riservata, i dati relativi agli interventi svolti sulle medesime.

Ne consegue che dal 25 settembre le imprese certificate possono comunicare i dati relativi agli interventi svolti su apparecchiature contenenti gas fluorurati, quali:

  • installazione;
  • manutenzione;
  • controllo perdite;
  • riparazione;
  • smantellamento.

Apparecchiature

Da trasmettere sono gli interventi svolti su specifiche apparecchiature, a prescindere dalla quantità di F-gas in esse contenute, quali:

  • apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d’aria;
  • pompe di calore fisse;
  • apparecchiature fisse di protezione antincendio;
  • celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero;
  • commutatori elettrici.

Soggetti

Destinatarie del servizio tramite portale sono:

  • venditori di gas fluorurati ad effetto serra e di apparecchiature non ermeticamente sigillate contenenti tali gas, per comunicare i dati di vendita;
  • imprese e persone certificate, per comunicare i dati relativi agli interventi di installazione, manutenzione e altre attività svolte sulle apparecchiature contenenti F-gas;
  • operatori, per scaricare un attestato contenente tutte le informazioni relative alle proprie apparecchiature.

Comunicazione

L’impresa certificata o, nel caso di imprese non soggette all’obbligo di certificazione, la persona certificata inviano i dati previsti dall’art. 16 del dpr, telematicamente, alla Banca Dati F-gas gestita dalle Camere di Commercio entro 30 giorni dalla data, riguardo a:

  •  l’installazione delle apparecchiature;
  •  il primo intervento di controllo delle perdite, manutenzione o riparazione di apparecchiature già  installate;
  •  lo smantellamento delle apparecchiature.

Le aziende che forniscono le informazioni alla Banca Dati sono automaticamente iscritte al Registro ed in possesso di certificato, non necessitando quindi di alcuna iscrizione.

Le imprese certificate (o nel caso di imprese non soggette all’obbligo di certificazione, le persone fisiche certificate), al fine di garantire la gestione e la tenuta della Banca Dati, versano alle Camere di Commercio competenti, annualmente entro il mese di novembre, un diritto di segreteria annuale pari a 21 euro (indipendentemente dal numero di comunicazioni).

Le informazioni da trasmettere telematicamente mediante inserimento diretto nel sistema o compilazione massiva con file in formato XML, sono:

  • data di installazione (secondo la definizione di installazione) o data dell’intervento;
  •  fattura e scontrino di vendita (se disponibile);
  •  luogo di installazione/smantellamento;
  •  anagrafica dell’operatore;
  •  tipologia di apparecchiatura;
  •  quantità e tipologia di F-gas presenti ed eventualmente aggiunti;
  •  nome e indirizzo dell’impianto di riciclaggio o rigenerazione e, ove del caso, il numero di  certificato, se le quantità di F-gas installati sono state riciclate o rigenerate;
  •  dati identificativi della persona fisica certificata o dell’impresa certificata che ha effettuato l’intervento;
  •  quantità e tipologia di gas a effetto serra recuperata durante l’intervento sull’apparecchiatura.
Tweet 20